Pubblicità su Facebook: 4 riflessioni prima di iniziare

Pubblicità su Facebook: 4 riflessioni prima di iniziare

Pubblicità su Facebook: 4 riflessioni prima di iniziare

E così vuoi iniziare a fare pubblicità su Facebook? Ok, diciamo che potrebbe essere una buona idea.

Stai molto attento: ho scritto potrebbe non a caso.

Prima di iniziare ogni avventura pubblicitaria, è necessario chiarire qualche aspetto fondamentale: per questo qui a Widen Agency abbiamo deciso di iniziare questa serie di pubblicazioni sull’universo sterminato della pubblicità su Facebook.

Iniziamo oggi con alcuni spunti di riflessione sul perché iniziare a investire tempo e denaro su questo strumento.

Che cos’è Facebook Ads?

Leggiamo due righe da uno dei testi più importanti per capire a fondo il marketing su Facebook: “La pubblicità su Facebook – Solo i numeri che contano” di Alessandro Sportelli (Hoepli, 2015).

Facebook ADS è il sistema di “inserzioni a pagamento” di Facebook che permette, ad aziende e professionisti, di promuovere prodotti e servizi. Il principale vantaggio del sistema, cioè ciò che lo rende attualmente unico nel suo genere, sta nella possibilità di utilizzare il grafo sociale al fine di profilare l’utenza.A. Sportelli

Voglio essere sincero: Facebook Ads è uno degli strumenti di advertising più potenti che io abbia mai visto. Tanto potente quanto delicato. Guarda bene questi numeri:

Oltre 700 milioni di persone accedono a Facebook ogni giorno da cellulari e tablet e vedono le inserzioni di Facebook insieme alle notizie di familiari e amici […]

Più di 1,4 miliardi di persone usano Facebook per connettersi con ciò che conta per loro e oltre 900 milioni accedono alla piattaforma tutti i giorni […]A. Sportelli

Cosa può fare la pubblicità su Facebook per la mia azienda?

Detto questo, tenere a mente anche gli elementi che elenco qua sotto potrà aiutarti di sicuro. Sono alcuni dei “punti fermi” che consiglio alle aziende.

  • Facebook è un megafono per il tuo business. Esatto. E come ogni megafono che si rispetti, incrementerà il messaggio che il tuo business porta con sé. Sia in positivo, che in negativo. Ricordalo.
  • Facebook non fa miracoli. Ad esempio, se la tua azienda ha dei problemi dovuti alla cattiva formazione del personale o a costi di gestione troppo elevati, non ci sarà pubblicità su Facebook che potrà cambiare questi specifici problemi.
  • La tua azienda non deve per forza essere su Facebook. Se il tuo business si basa esclusivamente sulla vendita porta a porta di carote nel basso Lazio, potresti non aver bisogno di una fan page. Per altre attività, c’è speranza 🙂
  • I like su Facebook sono uno strumento e non il fine: Ogni Mi piace, Commenta o Condividi che otterrai con Facebook dovrà essere, per te, solamente un indicatore della tua attività, e non il fine di quest’ultima. Acquistare like o cercare interazione non profilata sarà solo tempo sprecato per te.

Ecco, questi sono alcuni aspetti che cerco di ricordare continuamente ai clienti che iniziano a fare advertising su Facebook.

Per questo, voglio stilare una ulteriore checklist per te e il tuo business: fare pubblicità su Facebook deve essere un’attività in grado di generare fatturato, creare lead, aumentare le vendite. Senza questi risultati, resta solo la cenere dei soldi che hai sprecato.

Ma procediamo punto per punto e cerchiamo di capire quali sono gli aspetti fondamentali da chiarire prima di muovere anche solo un euro su questa piattaforma.

Checklist: i punti da chiarire prima di gettare vagonate di denaro verso Menlo Park

Il workshop “Facebook Marketing per le piccole imprese” vuole fornire i mezzi e gli strumenti necessari per gestire in autonomia il marketing su Facebook. Attraverso esercitazioni pratiche e materiali formativi, verranno mostrati gli errori più comuni commessi da chi fa pubblicità su Facebook, le migliori pratiche per la pubblicazione e le modalità per integrare Facebook all’interno di una strategia di Marketing efficace. Senza dimenticare l’aspetto più importante: convertire i fan della pagina in potenziali clienti.

1) Quali sono i tuoi obiettivi aziendali?

Credo che questo sia il primo punto da definire: senza un chiaro obiettivo, la pubblicità su Facebook è poco più che una velleità.
Il tuo obiettivo, in tal senso, deve essere semplice, pratico e concreto. Non serve a nulla buttare giù, nero su bianco, che “voglio far conoscere di più la mia azienda” o “Voglio più clienti nei prossimi anni”.
Un obiettivo, per essere utile alla tua strategia di marketing, deve poter avere dei numeri di riferimento e delle scadenze temporali.
“Aumentare del 2% le vendite di scarpe in Lombardia tra ottobre e dicembre” è l’esempio perfetto di ciò che dico: trovane uno simile per la tua azienda e inizia da lì.

2) Cosa può aggiungere Facebook alla tua attività di advertising?

Come ho detto all’inizio, Facebook Ads è uno strumento potente e talvolta, straordinariamente efficace. Se la tua azienda è in giro da diverso tempo, probabilmente avrai già sperimentato diverse forme di pubblicità.

Quel che devi capire è se fare pubblicità su Facebook può realmente portare un valore aggiunto per la tua impresa rispetto alle forme che già utilizzi.
Se riesci già a raggiungere il tuo target con altre forme pubblicitarie,( e con ottimi risultati in termini di fatturato), che senso ha investire su Facebook?

Ad esempio, se l’annuncio sul giornale x ( o il volantinaggio o il passaparola) mi permette di raggiungere il target uomini 18-25 con il messaggio Y (Es. Sconto del 10% su tutti i servizi) con un tasso di conversione del 20% non ha molto senso cercare di raggiungere lo stesso target con la stessa offerta anche su Facebook.

D’altro canto, grazie a Facebook potrai provare una segmentazione estrema del tuo target pubblicitario, arrivando a definire campagne specifiche per segmenti specifici.

3) Quanto tempo puoi investire nella pubblicità su Facebook?

Arriviamo ad una nota decisamente dolente: fare advertising su Facebook costa del tempo.

L’ideazione del testo, la scelta dell’immagine e della migliore call to action, il monitoraggio dei risultati e le varie forme di ottimizzazione ti costeranno sempre e comunque del tempo.

Da questo punto di vista, se vuoi iniziare a fare pubblicità su Facebook, dovrai mettere in conto diverse ore della settimana da dedicare a queste attività. Se non puoi farlo, affida l’incarico ad un’agenzia o un freelance.

4) Qual è il ruolo di Facebook nella tua strategia di Marketing?

Sì, esatto, hai capito bene: qual è il ruolo di Facebook all’interno della tua strategia di marketing?

Se non hai ben chiaro questo punto, non iniziare a fare pubblicità su Facebook. Come ti ho già detto in precedenza, Facebook è uno strumento e come tale, è solo una delle possibilità nella cassetta degli attrezzi della comunicazione digitale. Con ogni probabilità, si troverà in compagnia di un sito web,una landing page o di una newsletter aziendale.

Ogni singolo strumento deve avere un fine ben preciso: aumentare le vendite, diffondere la notorietà del brand per un determinato target geolocalizzato, rilasciare informazioni sulla qualità dei servizi o prodotti della tua azienda, etc.etc. In questo contesto, cosa deve fare Facebook per la tua azienda?

Conclusione

Ecco, per questa volta è tutto. Se riesci a formulare delle risposte che ti guidano verso la pubblicità su Facebook, sei a cavallo: nelle prossime settimane scenderemo ancor più nel dettaglio.

Vuoi chiederci qualcosa? Compila il modulo di contatto

Condividi questo articolo